Cerchi la "migliore" clinica di FIV all'estero?

Analizziamo le vostre esigenze, il tipo di trattamento, le preferenze di destinazione e troviamo le migliori cliniche FIV per voi.

Tell us
what you really want
from your fertility clinic abroad…
Complete a 5-minute, anonymous survey to help others find the right clinic abroad, and we'll donate €1 to a fertility society for each submission.

Tassi cumulativi di gravidanza o tassi cumulativi di nati vivi: cosa significano?

Qual è il tasso di successo cumulativo della fecondazione in vitro?

I tassi cumulativi di successo della fecondazione in vitro/tassi cumulativi di nati vivi di solito riflettono l’efficacia media del trattamento, non per ciclo di fecondazione in vitro, ma tenendo conto di alcuni cicli, di solito 3-4. A volte i tassi di gravidanza cumulativi possono includere, oltre a cicli di fecondazione in vitro completi, trasferimenti di embrioni congelati. Dovresti prestare attenzione al modo in cui vengono presentati questi dati e chiedere alla clinica il metodo di misurazione di questi tassi. Le statistiche cumulative sulla fecondazione in vitro possono essere misurate utilizzando vari metodi. Di solito, le cliniche per la fertilità non rivelano cosa è stato preso esattamente in considerazione durante la creazione delle statistiche. Dal tuo punto di vista, dal punto di vista di un paziente, tali informazioni possono essere cruciali.

OPZIONE 1
I tassi cumulativi di successo della gravidanza possono essere calcolati per numero di cicli di fecondazione in vitro completi per un paziente specifico, ad esempio, un paziente che ha avuto tre cicli di fecondazione in vitro o un paziente che ha avuto due cicli di fecondazione in vitro o quattro cicli di fecondazione in vitro. Il numero di cicli è generalmente indicato.

OPZIONE 2
Le percentuali di successo cumulativo della gravidanza possono essere calcolate anche tenendo conto dei trasferimenti di embrioni congelati, ovvero una paziente ha avuto due cicli di fecondazione in vitro completi ma il suo terzo ciclo è stato solo il trasferimento di embrioni congelati acquisiti durante i due cicli precedenti. Quando le cliniche mostrano i loro tassi di successo cumulativi, possono mostrarlo come tre cicli di fecondazione in vitro.

Tasso cumulativo di successo della fecondazione in vitro/tassi cumulativi di nati vivi: maggiore è, meglio è

La maggior parte dei pazienti, quando seleziona una clinica di fecondazione in vitro, chiede in anticipo quali sono i tassi di successo. In uno dei nostri articoli, FIV con tassi di successo di ovuli donati, spieghiamo a cosa dovresti prestare attenzione quando analizzi i dati presentati dalle cliniche. L’articolo parla specificamente delle percentuali di successo e dei vari modi in cui le cliniche presentano le statistiche.

Tuttavia, quando si tratta di tassi di successo della fecondazione in vitro, le cliniche stanno iniziando a fornire statistiche cumulative piuttosto che per ciclo.

Modi di presentare i tassi cumulativi di successo della gravidanza

Molto spesso le cliniche di fecondazione in vitro utilizzano 2 modi per presentare statistiche cumulative di trattamento:

Alcune cliniche mostrano tassi di successo calcolati per ogni ciclo di fecondazione in vitro di un dato paziente – ovvero, se le statistiche si basano su tre cicli, il grafico sarà composto da tre barre, ciascuna delle quali indica un paziente con un numero specifico di cicli di FIVET eseguiti (fig. 1). Il grafico sottostante mostra che il 59% delle pazienti rimane incinta dopo il primo ciclo, il 65% dopo il secondo ciclo e l’89% dopo il terzo ciclo di fecondazione in vitro.

Immagine 1.

Tuttavia, ci sono alcune cliniche che non mostrano il tassi di successo cumulativi per ciascun gruppo di pazienti, ma mostra un numero che si riferisce, ad esempio, a tre cicli di fecondazione in vitro (fig. 2). Con questa presentazione dei risultati, non è possibile leggere quale percentuale di pazienti rimane incinta durante il primo, secondo o terzo programma in vitro. L’esempio seguente mostra che l’89% delle pazienti rimane incinta dopo tre cicli di fecondazione in vitro.

Immagine 2.

Importante: i grafici sono stati preparati solo a scopo didattico e non mostrano i dati presentati da nessuna delle cliniche di fecondazione in vitro. Qualsiasi somiglianza nell’ambito dei dati presentati è casuale.

La frase “la paziente rimane incinta” potrebbe non significare ciò che pensi significhi. Cosa significano effettivamente le cliniche di “gravidanza” qui? La risposta a questa domanda può essere trovata  nell’articolo sui Tassi di successo della fecondazione in vitro.

Perché le cliniche mostrano sempre più spesso le percentuali di successo come indicatore cumulativo per rimanere incinta o avere un bambino?

La risposta a questa domanda sembra essere semplice: più alte sono le percentuali di successo del trattamento presentate sul sito web di una clinica, più facile è convincere il paziente che dovrebbe scegliere quella particolare clinica. I dati cumulativi sembrano migliori. È per questo motivo che alcune cliniche presentano i risultati del trattamento in questo modo. Gli esempi seguenti mostrano dati completamente diversi:

Clinica 1: Tassi di successo della fecondazione in vitro: 47%
Clinica 2: Tassi cumulativi di successo della fecondazione in vitro: 62%

Tuttavia, un paziente di solito ricorda solo i valori percentuali e riconosce inconsciamente che il valore più alto è migliore.

Sebbene tutto dipenda dal modo in cui i dati vengono presentati, se la clinica presenta tassi di successo cumulativi per ciascuno dei tre cicli di fecondazione in vitro o se forniscono solo informazioni generali con un singolo valore percentuale.

È proprio vero che eseguendo più programmi di fecondazione in vitro si può ottenere una percentuale di successo molto più elevata rispetto a un singolo programma in vitro?

È proprio vero. I tassi di successo cumulativi in ​​buoni centri di fecondazione in vitro che hanno l’esperienza e il know-how appropriati possono essere molto alti. Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, per le pazienti di sesso femminile di etá avanzata, i tassi di natalità vivi possono essere notevolmente migliorati con il trattamento continuato con ovuli donati, che, certamente, rimane una decisione personale per le donne. Di seguito troverai i valori medi per i tassi di successo cumulativi del trattamento di fecondazione in vitro.

1. Tasso cumulativo di gravidanza / Tasso cumulativo di nati vivi – FIV con ovuli propri 

Nel caso di programmi di fecondazione in vitro con ovociti propri, le percentuali di successo cumulative possono essere in media dal 25% fino anche al 70%, tenendo conto di tre cicli di fecondazione in vitro eseguiti in un breve periodo di tempo. La discrepanza è molto ampia perché l’età di una donna è molto importante nel caso di un programma in vitro con ovuli propri: più la paziente è anziana, minore è l’efficacia del trattamento. Secondo uno studio, i tassi di successo diminuiscono con l’aumentare dell’età per le pazienti di sesso femminile che utilizzano i propri ovuli, in particolare per quelle di età pari o superiore a 38 anni, ma non per le donne sottoposte a un programma di donazione di ovociti. Si presume che per le donne di età compresa tra 40 e 42 anni, con un unico ciclo di fecondazione in vitro con ovuli propri, le percentuali di successo possano essere, in media, del 4-11%.

2. Tasso cumulativo di gravidanza/Tasso cumulativo di nati vivi – FIV con ovuli donati

Nel caso di FIV con ovuli donati, le percentuali di successo cumulative possono essere in media dal 75% fino anche al 95% – tenendo conto di tre cicli di fecondazione in vitro con ovociti donatori – eseguiti a brevi intervalli di tempo. Naturalmente, il tasso medio di successo con un singolo programma sarà inferiore. In media, questo tipo di trattamento avrà tassi di successo del 55-65% a seconda della clinica e dipende dall’età della donna in modo molto limitato.

Tassi di nati vivi vs. gravidanza

Abbiamo già pubblicato un articolo sui modi in cui le cliniche di fecondazione in vitro presentano le statistiche sui tassi di successo e la differenza tra i tassi di natalità e gravidanza per i programmi in vitro nell’articolo sui tassi di successo della fecondazione in vitro. In quell’articolo, troverai anche una spiegazione su come puoi calcolare il tuo tasso di successo dei nati vivi. Se disponi di dati sulla percentuale di successo della gravidanza, puoi utilizzare lo strumento che abbiamo sviluppato, Pregnancy Funnel, per scoprire quali sono le tue possibilità di un parto vivo.

Qual è l’idea alla base dei tassi di successo cumulativi della fecondazione in vitro? È solo marketing? Da dove è nata l’idea di mostrare l’efficacia della fecondazione in vitro cumulativa invece dell’efficacia per singolo ciclo?

L’idea stessa di un approccio cumulativo all’efficacia della fecondazione in vitro è completamente diversa dal semplice mostrare i valori più alti sul grafico e ha una giustificazione sostanziale e psicologica.

Il trattamento dell’infertilità mediante tecniche di fecondazione in vitro è un processo complesso e spesso lungo, sia dal punto di vista medico che diagnostico. La mancanza di impianto o aborto spontaneo potrebbe verificarsi lungo la strada e sono certamente esperienze altamente emotive e travolgenti per tutti i pazienti. Tuttavia, si ritiene che i fallimenti dei programmi in vitro dovrebbero essere considerati per aiutare i successivi tentativi di fecondazione in vitro. Si ritiene inoltre che condurre un ulteriore programma in vitro possa avere un significato terapeutico per il paziente. Statisticamente, le probabilità più alte si ottengono con il terzo ciclo di fecondazione in vitro. Ci sono molti fattori che determinano questo: durante i cicli successivi i medici avranno un quadro più completo del tuo caso e potranno usare la loro conoscenza dei tuoi precedenti fallimenti a tuo vantaggio. Sapranno come reagisci ai farmaci o la tua capacità di preparare l’utero per il trasferimento.

L’elemento più importante, tuttavia, è il modo in cui la clinica conduce il trattamento del paziente. I medici usano le conoscenze che hanno? Ogni paziente e ogni suo tentativo di fecondazione in vitro sono trattati esattamente nello stesso modo di routine? La clinica funziona come una “fabbrica” o offre un trattamento personalizzato a seconda della situazione individuale del paziente?

Perché la maggior parte delle cliniche decide di non mostrare le statistiche dei tassi di successo cumulativi della fecondazione in vitro?

Alcune cliniche semplicemente non possono fornire tali dati perché la loro acquisizione ed elaborazione possono essere tecnicamente complicate.

D’altra parte, i pazienti spesso guardano al trattamento da una prospettiva finanziaria. Se vedono dati cumulativi (basati su diversi cicli di fecondazione in vitro), possono percepire la clinica come molto costosa. Potrebbero pensare che la clinica cerchi di ingannare i pazienti e vendere loro un minimo di tre cicli per dimostrare che è il terzo il più efficace.

L’85% delle pazienti che iniziano il trattamento di fecondazione in vitro crede che rimarranno incinta nel primo ciclo di fecondazione in vitro e quando calcolano il budget, di solito considerano il costo di un singolo ciclo.

Da un punto di vista commerciale, le cliniche stanno meglio mostrando tassi di successo che aiutano il loro marketing. Sfortunatamente, dal punto di vista dell’educazione del paziente, tali pratiche non hanno alcuna giustificazione.

Pubblicazioni esterne che potrebbero interessarti:

Tassi cumulativi di gravidanza nelle donne con scarsa risposta ovarica – James M. Goldfarb, MD University Hospitals of Cleveland Fertility Center, Cleveland, Ohio

Vantaggi degli esiti di gravidanza cumulativi nella strategia freeze-all nei soggetti con risposta elevata – J Formos Med Assoc. 2018 agosto;117(8):676-684. doi: 10.1016/j.jfma.2018.05.011. Epub 2018 giu 7

Il tasso cumulativo di nati vivi nei cicli freeze-all è paragonabile a quello di una politica di trasferimento di embrioni convenzionale – Fertil Steril. 2018 settembre;110(4):703-709. doi: 10.1016/j.fertnstert.2018.05.012.

Tassi cumulativi di nati vivi in ​​base al numero di ovociti recuperati dopo la prima stimolazione ovarica per fecondazione in vitro/iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi: un’analisi multicentrica multinazionale che include ∼ 15,000 donne. – Fertil Steril. 2018 settembre;110(4):661-670.e1. doi: 10.1016/j.fertnstert.2018.04.039.

Trova Cliniche per FIV e Donazione di Ovuli all'Estero
Cerchi la "migliore" clinica di FIV all'estero?

Analizziamo le vostre esigenze, il tipo di trattamento, le preferenze di destinazione e troviamo le migliori cliniche FIV per voi.