Cerchi la "migliore" clinica di FIV all'estero?

Analizziamo le vostre esigenze, il tipo di trattamento, le preferenze di destinazione e troviamo le migliori cliniche FIV per voi.

Tell us
what you really want
from your fertility clinic abroad…
Complete a 5-minute, anonymous survey to help others find the right clinic abroad, and we'll donate €1 to a fertility society for each submission.

Tassi di successo dell’ovodonazione: la verità che le cliniche non ti dicono

Se stai cercando una clinica per un trattamento di fecondazione in vitro utilizzando ovuli di donatricee ti stai chiedendo quali sono i tassi di successo, leggi il nostro articolo. Analizzando i forum su Internet, si può facilmente notare che la maggior parte dei pazienti alla ricerca di una clinica pone due importanti domande:

  1. Qual è il tasso di successo dell’ovodonazione?
  2. Qual è il costo del trattamento di fertilità con ovuli donati?

Concentriamoci sul primo: i tassi di successo della fecondazione in vitro di ovuli donati. Se fai la prima domanda su un forum su Internet, otterrai una delle due risposte, “molto buono – successo!” e “non va bene – fallimento!” Sfortunatamente, tali informazioni non renderanno più facile la scelta della clinica per la fertilità. I forum su Internet possono essere una buona fonte di conoscenza relativa ai contenuti, ma sfortunatamente la comprensione dei significati alla base dei tassi di successo della donazione di ovociti, la capacità di leggere le statistiche pubblicate dalle cliniche e, in effetti, sapere a cosa prestare attenzione – tutto richiede qualcosa più di un semplice “successo” o “fallimento”.

Quindi c’è qualcosa relativo alle possibilità di rimanere incinta con ovuli donati che le cliniche non vogliono dirti? Sì… ci sono molte cose che le cliniche non ti diranno: il settore della fertilità è molto competitivo e le cliniche sono sensibili alla condivisione di informazioni che ritengono possano giovare a un’altra clinica! Sanno cosa sta cercando il paziente (lo sappiamo) – è il tasso di successo della fecondazione in vitro e questo tasso può essere promosso in diversi modi che possono, a loro volta, aumentare il suo valore.

Tassi di successo con gli ovuli donati nella fecondazione in vitro: cosa dicono le statistiche?

I tassi di successo degli ovuli donati indicano la percentuale di efficacia del trattamento della fertilità nella fecondazione in vitro con ovuli donati. In altre parole, mostrano i tassi di gravidanza utilizzando ovuli donati: il numero di pazienti dopo il trattamento di fertilità (1 ciclo di fecondazione in vitro) rimangono incinte o (a seconda del metodo di presentazione) danno alla luce un bambino. Tali dati sono generalmente presentati come la stessa percentuale indipendentemente dall’età della donna. Ad esempio, se il valore di efficacia è 51%, significa che 51 pazienti su 100 trattate rimarranno incinte (o partoriranno), a seconda di come è stata calcolata la statistica.

Il tasso di successo dell’ovodonazione dipende dall’età di una donna?

Nel caso del trattamento di fertilità con ovuli donati, l’età della donna non è molto importante. In breve, i tassi di successo della donazione di ovuli saranno più o meno simili per la fascia di età di ciascun paziente.

Di seguito presentiamo esempi di tassi di successo della donazione di ovociti, compresa l’età delle donne, sviluppati sulla base del SART Predictor – Calcolatore IVF. SART Predictor utilizza un database di cicli molto ampio: quasi 500,000 cicli di fecondazione in vitro negli Stati Uniti dal 2006. Dopo aver inserito i valori appropriati nel calcolatore della fecondazione in vitro e aver modificato l’età di una donna a oltre 45 anni, le statistiche, in media, diminuiscono di uno cento per ogni anno di vita.

I seguenti risultati si applicano ai nati vivi e non ai tassi di gravidanza per trasferimento, quindi questa è l’informazione più importante sulle statistiche di trattamento che un paziente può ricevere.

I tassi di successo della fecondazione in vitro con ovuli donati sono stati sviluppati per i singoli gruppi di età delle donne, con le seguenti ipotesi:

  • La causa dell’infertilità: diminuzione della riserva ovarica
  • Altezza della donna, peso: 1.65 m, 69 kg
  • Gravidanze precedenti: no.

Egg donor IVF success rates – probability of live birth per woman age

La fecondazione in vitro con i tassi di successo delle uova donate dipende dall’età della donna?

Tassi di successo dell’ovodonazione: ovuli freschi vs ovuli congelati

I pazienti che considerano vari metodi di trattamento della fertilità si chiedono se sia meglio utilizzare un programma con ovuli freschi o congelati. Naturalmente, alla fine, è sempre una decisione loro e del loro specialista della fertilità, ma è comunque bene conoscere le proprie possibilità, nonché i rischi e le sfide. I pro ei contro sono stati spiegati sopra, ma anche le ultime statistiche disponibili meritano attenzione. Di seguito presentiamo le percentuali di successo di tali programmi, tra cui:

  • Ovuli freschi di donatrice / gravidanza
  • Ovuli freschi di donatrice / parto vivo
  • Ovuli donati congelati / gravidanza
  • Ovuli donati congelati / parto vivo

I dati sono stati sviluppati sulla base del rapporto 2015 dei CDC (Centers for Disease Control and Prevention). I dati non sono presentati per età del paziente perché secondo il CDC, le differenze tra i tassi di successo in una particolare fascia di età del paziente sono minime.

“Tutte le età sono riportate insieme perché i dati precedenti mostrano che l’età del paziente non influisce materialmente sul successo con gli ovuli donati”.
CDC – 2015 Tecnologia di riproduzione assistita, rapporto sui tassi di successo della clinica per la fertilità

Come mostrato nel grafico sottostante (per l’anno 2015 CDC USA), il tasso di successo per la fecondazione in vitro con ciclo fresco di ovociti donati è in media del 65.9%; mentre il tasso di successo per i nati vivi è di circa il 10% in meno (55.6%). Allo stesso modo, il tasso di successo nel programma di fecondazione in vitro con ovociti donati – ciclo congelato – è del 52.3% con gravidanza clinica e del 42.3% in caso di parto vivo.

Secondo l’ultimo rapporto di CDC – Tecnologia di riproduzione assistita 2019 – Clinica per la fertilità e rapporto di sintesi nazionale – i tassi di successo della fecondazione in vitro (nati vivi) utilizzando ovuli di donatore sono:

  • donazione di ovociti – embrioni freschi e ovociti freschi – 53.9%
  • donazione di ovociti – embrioni freschi e ovociti congelati – 45.8%

IVF with egg donor – success rate of transfers with fresh and frozen eggs

Fecondazione in vitro con tassi di successo di ovociti donati – ovuli freschi vs ovociti congelati – per trasferimento di embrioni – confronto gravidanza vs parto vivo.

Indipendentemente dalla data del rapporto, le statistiche di cui sopra mostrano differenze negli ovociti freschi e congelati utilizzati per la donazione di ovociti FIV.

Quanti cicli di ovodonazione devo fare prima del successo?

Molte pazienti chiedono di quanti cicli di donazione di ovuli hanno bisogno per avere un trattamento di successo. La risposta è difficile. Molte cliniche riportano tassi di successo della donazione di ovuli “cumulativi” nel range del 90% per 3 cicli. Tuttavia, tutto dipende dalla situazione individuale del paziente: diagnosi, background di infertilità e storia del trattamento. Il modo migliore per ottenere una risposta a questa domanda è consultare lo specialista della fecondazione in vitro presso la clinica.

Quanto successo ha la fecondazione in vitro con gli ovuli donati? – l’imbuto della gravidanza

Se stai leggendo questo articolo e stai pianificando il tuo percorso terapeutico, dovresti sapere che in caso di fecondazione in vitro con ovuli da donatore, hai una media (guarda il video e vedi sotto):

  • 80% di probabilità
    che dopo la fecondazione dell’ovulo riceverai embrioni che si sviluppano correttamente properly
  • un altro 75-85% di possibilità
    che gli embrioni trasferiti nel tuo utero si impiantino correttamente
  • un altro 70-80% di possibilità
    che ti verrà diagnosticata una gravidanza biochimica (1 settimana dopo il trasferimento dell’embrione)
  • un altro 55-65% di possibilità
    che ti verrà diagnosticata una gravidanza clinica – un’ecografia di 12 settimane
  • e infine – circa un 45-55% possibilità
    che darai alla luce un bambino.

Ciò significa che, in media, 1 donna su 2 che si sottopone a un trattamento di fecondazione in vitro con ovuli donati finirà per avere il figlio sognato. Questo può essere legato a molti fattori. Tuttavia, tieni presente che quando hai un secondo ciclo di un trattamento per la fertilità, le tue possibilità aumentano. Sei curioso di sapere perché è così? Cominciamo dall’inizio.

IVF with donor eggs success rates - Pregnancy Funnel
Quanto successo ha la fecondazione in vitro con gli ovuli donati?

7 cose che devi sapere sui tassi di successo della donazione di ovuli

  1. Statisticamente, nei trattamenti di fertilità che utilizzano ovuli donati, le percentuali di successo non dipendono dall’età della ricevente.
    Ciò significa che se sei in grado di rimanere incinta e portare a termine la gravidanza, non importa se sei già in menopausa o meno. Le tue possibilità di avere un figlio saranno, in media, le stesse delle donne più giovani. Ecco perché cercare un centro di fertilità che mostri le statistiche per età del paziente può essere fuorviante.
  2. In media circa il 20-30% degli aborti si verifica prima della 12a settimana dopo il trattamento di fecondazione in vitro.
  3. Non esiste un metodo standardizzato per presentare le statistiche sui donatori di ovuli.
    I centri di fecondazione in vitro applicano varie metodologie per calcolare i loro tassi di successo e non sempre forniscono informazioni su come sono state derivate le statistiche.
  4. Molto spesso, le cliniche di fecondazione in vitro presentano dati relativi al tasso di successo basato su una percentuale di gravidanze cliniche (a 6 settimane) per trasferimento di embrioni.
    Questi dati non includono gli aborti che si verificano tra la 6a e la 12a settimana di gravidanza.
  5. È raro che le cliniche per la fertilità presentino dati relativi al buon esito della fecondazione in vitro con ovociti donati basati sulla percentuale di nati vivi di bambini sani.
    Questo tipo di statistiche sarà sempre inferiore. Si prega di notare che alcune cliniche di fecondazione in vitro non sono in grado di monitorare un singolo paziente per un periodo di tempo più lungo, quindi semplicemente non dispongono di tali dati.
  6. I tassi di nascite di bambini sani dai programmi di donazione di ovuli sono (in media) inferiori del 10-20% rispetto alla percentuale di gravidanze cliniche (a 6 settimane) ottenute per trasferimento di embrioni. Tuttavia, solo i “nati vivi” sono statistiche reali che mostrano le tue possibilità di avere un figlio.
  7. Le cliniche di solito non rivelano dettagli e statistiche sui donatori di ovuli.
    L’età non è un fattore qui. Più rilevante è, ad esempio, se la donatrice di ovociti ha avuto in precedenza un bambino sano. Non ci sono statistiche mostrate in cui le percentuali di successo della fecondazione in vitro dopo il trattamento di donazione di ovuli siano correlate alla situazione e al background specifici della donatrice.
Trova le migliori cliniche per la donazione di ovuli

Metodi delle cliniche di fecondazione in vitro per presentare i tassi di successo della fecondazione in vitro con ovociti donati – l’uso di tecniche di marketing

  1. Gravidanza per ciclo del paziente
    Questo tipo di statistica è raramente presentato dai centri di fertilità. Statisticamente, i risultati presentati in questo modo sarebbero i più bassi. Ciò deriva dal fatto che il ciclo di una ricevente di ovociti potrebbe non essere completato a causa, ad esempio, di embrioni poveri o di mancata fecondazione. I cicli annullati in cui non si è verificato alcun trasferimento di embrioni possono essere compresi tra il 10% e il 20% circa.
  2. Gravidanza biochimica per trasferimento di embrioni
    La gravidanza biochimica viene diagnosticata sulla base di esami di laboratorio, di solito 1 settimana dopo il trasferimento dell’embrione. Questo tipo di statistica è spesso utilizzato dalle cliniche in vitro perché mostra ottimi risultati. Non include i casi con trasferimenti di embrioni falliti e include solo i cicli di successo. Inoltre, la gravidanza viene diagnosticata 1 settimana dopo il trasferimento dell’embrione, quindi gli aborti successivi non vengono presi in considerazione.
  3. Gravidanza clinica per trasferimento di embrioni a 6 o 12 settimane di gravidanza
    La gravidanza clinica viene diagnosticata sulla base di esami del sangue di laboratorio ed ecografia a 6 o 12 settimane. I risultati più frequentemente presentati si riferiscono a gravidanze diagnosticate a 6 settimane. L’ecografia mostra un sacco gestazionale visibile nell’utero. Qui le statistiche sono migliori di quelle per 12 settimane. Ancora una volta, non includono alcun aborto spontaneo che si verifica a 6-12 settimane.
  4. Tariffa bambini da portare a casa
    Dare alla luce un bambino sano dopo il trattamento di fecondazione in vitro con ovuli di donatrice è un risultato raramente presentato. Il motivo è semplice: queste sono le statistiche più basse di tutte. Le cliniche per la fertilità spesso non sanno se una gravidanza si è conclusa con un parto vivo o meno: semplicemente non sono in grado di monitorare un paziente per un periodo di tempo così lungo.

Tassi cumulativi di gravidanza o tassi cumulativi di nati vivi…

Al giorno d’oggi, sempre più cliniche pubblicano tassi di successo cumulativi per i trattamenti di fertilità (IUI, ICSI, IVF) eseguiti presso le loro strutture. Abbiamo preparato un articolo separato su questo argomento esatto. Se sei una paziente all’inizio del tuo percorso terapeutico e stai cercando la giusta clinica per la fecondazione in vitro che esegue donazioni di ovociti, allora il “tasso di successo della fecondazione in vitro di ovuli di donatrice” è uno dei fattori da prendere in considerazione nella tua ricerca.

“Tasso di successo cumulativo” indica la percentuale di pazienti che sono rimaste incinte dopo alcuni cicli di fecondazione in vitro eseguiti presso la clinica (di solito 3 tentativi). È importante saper leggere i dati forniti dalla clinica riguardo ai risultati positivi del trattamento.

Perché alcuni centri di fecondazione in vitro decidono di fornire le informazioni sui tassi di successo della fecondazione in vitro della donatrice di ovuli in questo modo? Quali sono i metodi di calcolo? C’è un problema di marketing o esiste una giustificazione medica per tali pubblicazioni?

Potresti essere interessato a leggere: Tassi cumulativi di gravidanza o tassi cumulativi di nati vivi: cosa significano?


Che cosa influisce esattamente sul successo della fecondazione in vitro del donatore di ovuli?

  1. La qualità degli ovuli della donatrice
    La qualità degli ovuli donati (ovociti) influenza notevolmente i tassi di successo della fecondazione in vitro. I donatori sono generalmente di età compresa tra 18 e 35 anni, con l’età di qualificazione che differisce nei vari paesi. In alcuni paesi, il donatore può qualificarsi se ha 19-20 anni ma meno di 30. I migliori ovuli – ovociti che le cliniche ricevono sono quelli provenienti da donatori che hanno avuto almeno un bambino prima. Si pensa che tali uova abbiano un potenziale maggiore. Tuttavia, i donatori come questo sono scarsi. Sono importanti anche altri fattori qualificanti: età, livello di AMH, test di infezione o test genetici, ad esempio l’analisi del cariotipo. L’acquisizione di una donatrice di ovuli qualificata è estremamente costosa e spesso costituisce la metà dei costi dell’intero programma. Ecco perché saltare alcuni fattori di qualificazione può essere allettante per alcune cliniche in vitro se vogliono risparmiare denaro. Tutto ciò può comportare una qualità delle uova inferiore.
  2. Esperienza e qualità del laboratorio di fecondazione in vitro
    L’esperienza del team di embriologi e lo standard del laboratorio sono fattori cruciali che influenzano il successo. Questo è vero non solo nei casi di donazione di ovuli, ma anche nei programmi di fecondazione in vitro con ovuli propri.
  3. Procedure di fecondazione in vitro nel laboratorio di fecondazione in vitro
    Esistono molte tecniche di fecondazione in vitro che possono essere utilizzate in diversi scenari in base alla storia medica del paziente e alle indicazioni mediche. I trattamenti per la fertilità disponibili includono ICSI, AH (assisted hatching), coltura di blastocisti e trasferimento di embrioni il giorno 5, PGS (screening genetico preimpianto) e così via. Esistono anche tecniche consigliate per l’infertilità maschile come MACS, IMSI, PICSI. Ricorda che l’infertilità da fattore maschile può verificarsi in media nel 40-50% dei programmi di fecondazione in vitro, a meno che tu non utilizzi lo sperma di un donatore.
  4. Condizioni mediche tue e del tuo partner
    Tieni presente che in caso di ovodonazione, gli ovuli della donatrice sostituiscono gli ovuli del paziente. Quest’ultimo può essere scarso o di qualità insufficiente, come nell’insufficienza ovarica primaria (POI) quando le ovaie potrebbero non maturare o rilasciare correttamente gli ovuli. Tuttavia, c’è un ulteriore fattore che può influenzare i tassi di successo della fecondazione in vitro del donatore di ovuli: è il materiale genetico del tuo partner e la qualità del suo sperma. Assicurati che il tuo partner abbia avuto lo screening medico necessario: analisi dello sperma, test di frammentazione del DNA spermatico e, soprattutto, test genetici, ad esempio l’analisi del cariotipo. Può succedere che, oltre agli ovuli donati, potresti dover considerare anche l’utilizzo di sperma di donatore. Statisticamente, secondo CDC (Centro nazionale per la prevenzione delle malattie croniche e la promozione della salute) – circa il 36% dei programmi di fecondazione in vitro viene svolto a causa del “fattore maschile” – ovvero a causa di problematiche da parte del partner. Tuttavia, i dati si basano su tutti i cicli di fecondazione in vitro eseguiti: cicli di ovuli autologhi e donatori. Secondo i centri di fecondazione in vitro con cui lavoriamo e i nostri dati sui cicli di fecondazione in vitro di ovuli donati, circa il 40%-55% dei pazienti sta lottando con problemi legati al “fattore maschile”.
  5. …e, soprattutto, il tuo atteggiamento
    Continuiamo a incontrare pazienti che dicono di cercare una clinica che visiteranno una sola volta, per un massimo di 2-3 giorni, per trasferire gli embrioni. Sostengono di non avere tempo per viaggiare così tanto e alcuni di loro menzionano le limitazioni finanziarie. Un positivo, realistico l’atteggiamento nei confronti del trattamento ti mette sulla strada del successo.
    Un trattamento rapido ed economico non porta necessariamente al successo: infatti, questi due termini si escludono a vicenda. Se la tua clinica afferma il contrario, pensa se questo è davvero ciò che ti aspetti e valuta attentamente la tua decisione. Non lasciarti guidare da forti emozioni o false aspettative. Sappiamo che vuoi diventare mamma il più velocemente possibile. Ma ricorda: alcuni elementi del processo, come la conoscenza del paziente, l’appuntamento con il medico prescelto e il contatto diretto medico-paziente non possono essere sostituiti da un’e-mail o da una chiamata Skype. Il corretto iter medico dovrebbe comportare un’adeguata preparazione e un’approfondita consultazione con il medico che verificherà se non ci sono controindicazioni per la gravidanza, indipendentemente dal metodo di fecondazione che decidi. Il medico deve esaminare sia la tua storia medica che quella del tuo partner per verificare che nulla sia stato trascurato. Sebbene il trasferimento di embrioni non sia una procedura complicata, dovresti rimanere da qualche parte vicino alla clinica per la fecondazione in vitro, almeno per la sera prima e per il giorno del trasferimento. Se possibile, vola il giorno dopo il trasferimento. Cerca di evitare situazioni e attività stressanti durante il trattamento per la fertilità.

Tassi di successo della fecondazione in vitro con ovuli donati: Stati Uniti, Regno Unito e Spagna

Di seguito troverai le statistiche pubblicate da SART (USA) – 2018, SEF (Spagna) – 2018 e HFEA (Regno Unito) – 2018. I dati includono oltre il 90% delle cliniche in vitro di ciascun paese. Sfortunatamente, alcuni dati non sono disponibili in alcuni paesi.

Spagna USAUK
Uova fresche di donatori -gravidanza 55.1%nessun dato nessun dato
Uova fresche di donatori - nati vivi live 41.4%57.10%31%*
Uova donate congelate - gravidanze 50.6%nessun dato nessun dato
Ovociti donati congelati - nati vivi 37.4%44.20%
nessun dato*
Source: SEF - Spain (2018), ASRM - US (2018), HFEA UK (2018)

* Nota importante: Non si fa menzione dei tassi di successo della fecondazione in vitro di ovuli donati congelati nel Regno Unito (HFEA) – supponiamo che i dati – le statistiche sopra per il Regno Unito possano fare riferimento a cicli di fecondazione in vitro con ovuli freschi di donatori e ovuli congelati di donatori – una media per entrambi i gruppi.

Vale la pena ricordare che nel caso delle statistiche spagnole, i dati potrebbero non essere completi. Questo è dovuto al fatto che in Spagna, così come in molti altri paesi europei, sono molti i programmi di ovodonazione eseguiti per i pazienti stranieri. Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, monitorare i risultati di tali programmi fino al parto “dal vivo” può essere difficile e talvolta impossibile.

Le statistiche offerte dalle migliori cliniche di fecondazione in vitro in Europa sono buone come quelle degli Stati Uniti. Molti centri di fertilità possono persino vantare tassi di successo più elevati rispetto al tasso medio negli Stati Uniti.

Tipi di programmi di ovociti donati:

  1. Programma con ovuli freschi di donatori – trasferimento di ovuli freschi. L’intero programma viene eseguito in un ciclo sincronizzato del donatore e del ricevente.
    Il tasso di successo della fecondazione in vitro con ovuli donati: ottimale
  2. Programma con ovuli freschi di donatrice – trasferimento di ovuli congelati. Gli embrioni vengono congelati mediante vitrificazione e trasferiti al ricevente durante il successivo ciclo di trattamento.
    Il tasso di successo della fecondazione in vitro con ovuli donati: ottimale
  3. Programma con uova congelate da donatore. Il primo passo è la raccolta degli ovuli, quindi gli ovuli della donatrice vengono congelati e posti in una banca degli ovuli. Dopo lo scongelamento, viene eseguita la fecondazione e gli embrioni freschi vengono trasferiti nell’utero della ricevente*.
    Il tasso di successo della fecondazione in vitro con ovuli donati: buono – da confermare, vedi sotto

*Nel caso dei programmi di donazione di ovuli congelati, ci sono statistiche che indicano che le possibilità di rimanere incinta con ovuli donati sono solo leggermente peggiori rispetto a un nuovo ciclo di trattamento. Il ruolo svolto qui dal laboratorio di fecondazione in vitro e dall’esperienza degli specialisti nella crioconservazione delle uova è cruciale, poiché le uova sono molto delicate. Il processo di congelamento e scongelamento è molto più difficile rispetto agli embrioni. Il tasso medio di sopravvivenza degli ovuli congelati di donne sotto i 32 anni è superiore al 90%. Tuttavia, queste statistiche provengono da cliniche specializzate in questo tipo di procedura e con esperienza rilevante. Tieni presente che questi non sono tassi di successo del donatore di ovuli, ma solo il tasso di sopravvivenza degli ovuli.

Trova le migliori cliniche per la donazione di ovuli in Europa
  • Se hai bisogno di aiuto per scegliere una clinica IVF all’estero
    Risparmia 3 minuti del tuo tempo. Risparmierai almeno qualche ora.

    Se stai cercando una clinica per la donazione di ovociti all’estero, usa lo strumento unico per i pazienti di Ovodonazioneallestero – Test di corrispondenza clinica. Analizziamo le tue esigenze e scegliamo 3 cliniche estere che corrispondono alle tue aspettative. Il nostro database di centri di fecondazione in vitro include solo cliniche di fertilità affidabili che hanno esperienza nella fornitura di servizi di alta qualità a pazienti internazionali. I centri di fecondazione in vitro suggeriti ti contatteranno direttamente entro 3 giorni lavorativi. Risparmia 3 minuti del tuo tempo: risparmierai almeno qualche ora! La nostra assistenza è gratuita.

    Siamo anche felici di consigliarti se hai già scelto una clinica di fecondazione in vitro all’estero. I consulenti di ovodonazioneallestero saranno in grado di aiutarti con qualsiasi dubbio tu possa avere e massimizzare le tue possibilità di ottenere un risultato positivo dal tuo trattamento per l’infertilità. È comprensibile che desideri il miglior trattamento di fecondazione in vitro al mondo.

    Abbiamo un ampio database di fiducia of cliniche di ovodonazione in Europa, Compreso SpagnaRepubblica Ceca, Cipro del NordGrecia, e altro ancora …

    Tassi di successo della fecondazione in vitro di ovuli donati – FAQ

    Un bambino concepito tramite ovuli donati assomiglia alla mamma della nascita?

    Se stai pianificando un trattamento di fecondazione in vitro con ovuli donati, potresti chiederti se il tuo bambino ti assomiglierà. Innanzitutto, ricorda che la selezione dei donatori è, tra l’altro, basata sulle caratteristiche fisiche del ricevente. Si chiama corrispondenza fenotipica. Il fenotipo è un termine collettivo per tutte le caratteristiche fisiche, dall’altezza, peso, tono della pelle, capelli e colori degli occhi alle caratteristiche del viso. Se una clinica ha un ampio pool di donatori, le consente di selezionare i donatori che corrispondono al fenotipo del ricevente nel miglior modo possibile. In alcune cliniche esiste la cosiddetta tecnologia Fenomatch® utilizzata nel processo di selezione dei donatori. È il Facial Matching con uno strumento scientifico che utilizza la tecnologia biometrica per identificare le distanze dei punti facciali. Consente una selezione molto accurata del donatore per quanto riguarda le caratteristiche facciali concrete. Analizza il database dei donatori e restituisce la migliore corrispondenza possibile. Inoltre, quando si considera la somiglianza tra un bambino concepito da un donatore e la loro mamma, è necessario menzionare l’epigenetica. In biologia, l’epigenetica è lo studio dei cambiamenti ereditari del fenotipo che non comportano alterazioni nella sequenza del DNA. Secondo esso, il fenotipo può anche essere determinato dal nostro ambiente – e non solo dall’ereditarietà genetica. Quindi, anche se i geni provengono dal donatore, il bambino potrebbe comunque assomigliare alla madre – il ricevente. Tutto questo è dovuto all’influenza dell’ambiente.

    Quanto successo ha la fecondazione in vitro con gli ovuli donati?

    Si dice che la donazione di ovuli La fecondazione in vitro fornisca l’opzione migliore per le coppie in cui l’infertilità femminile è un fattore.
    Le indicazioni per gli ovuli donati includono, ad esempio, età riproduttiva avanzata, ridotta riserva ovarica, scarsa qualità dell’ovocita o dell’embrione in precedenti tentativi di fecondazione in vitro e la possibilità di trasmettere un difetto genetico significativo. In pratica, l’indicazione più comune è il declino della fertilità legato all’età. E poiché i donatori di ovuli sono generalmente donne tra i 20 ei 59 anni, i tassi di successo della donazione di ovuli in gravidanza sono alti. Inoltre, al giorno d’oggi, i progressi tecnologici hanno fornito alle cliniche l’opportunità di aumentare i risultati del trattamento IVF di ovuli donati. Gli incubatori time-lapse garantiscono un monitoraggio embrionale continuo, migliori condizioni di coltura e maggiori osservazioni e valutazioni embrionali. L’uso di apparecchiature time-lapse offre la migliore opportunità per selezionare embrioni di altissima qualità che, a loro volta, aumentano le possibilità di impianto e gravidanza. Generalmente, nella donazione di ovuli, il 65% delle pazienti rimane incinta dopo il primo ciclo, il 89% dopo il secondo ciclo e l’75% dopo il terzo ciclo di fecondazione in vitro. Naturalmente, la maggior parte dei centri di fecondazione in vitro preferisce presentare tassi di successo cumulativi, tenendo conto di tre cicli di fecondazione in vitro con ovociti donatori eseguiti a brevi intervalli di tempo. Questi possono essere in media dal 95% fino al XNUMX%. Ovviamente, il tasso medio di successo con un singolo programma sarà inferiore.

    Qual è la percentuale di successo della fecondazione in vitro al primo tentativo?

    I tassi di successo della fecondazione in vitro dipendono da una serie di fattori. Il primo e il più importante è l’età della donna. Dai 24 ai 34 anni, le donne hanno le maggiori possibilità di successo con il trattamento di fecondazione in vitro (32.2%) – semplicemente perché in questa fase della vita sono le più fertili. Quando una donna raggiunge i 40 anni, i tassi di successo della gravidanza scendono a circa il 13.6%. Altri importanti fattori responsabili del successo della fecondazione in vitro (FIV) sono: gravidanze precedenti, tipi di problemi di fertilità (ad es. tumori del fibroma, anomalie uterine, doppia infertilità, disfunzione ovarica), ovuli e qualità dell’embrione, ricettività uterina o fattori legati allo stile di vita (fumo, alcol , obesità, ecc.)

    Per le donne che iniziano la fecondazione in vitro con i propri ovuli, il 33% ha un bambino a seguito del primo ciclo. I tassi di successo cumulativi (tenendo conto di tre cicli di fecondazione in vitro eseguiti in un breve periodo di tempo) possono essere in media dal 25% fino anche al 70%. La discrepanza è molto ampia perché l’età di una donna è molto importante nel caso di un programma in vitro con ovuli propri: più il paziente è anziano, minore diventa l’efficacia del trattamento. Le percentuali di successo diminuiscono con l’aumentare dell’età per le pazienti di sesso femminile che utilizzano i propri ovuli, in particolare per quelle di età pari o superiore a 38 anni, ma non per le donne sottoposte a un programma di donazione di ovuli. Si presume che per le donne di età compresa tra 40 e 42 anni, con un unico ciclo di fecondazione in vitro con ovuli propri, le percentuali di successo possano essere, in media, del 4-11%.

    Donazione di uovaConsigli amici

    Altre risorse relative alla fecondazione in vitro e ai tassi di successo:


Tasso di successo di ovuli donati – messaggio da portare a casa

  • Il tasso di successo della fecondazione in vitro con ovuli donati presentato dalle cliniche per la fertilità non dovrebbe mai essere il criterio di scelta più importante.
  • Prendi la fecondazione in vitro con tassi di successo di ovuli donati con un pizzico di sale. Fai sempre domande sulle metodologie della clinica per ricavare le statistiche.
  • Le cliniche di fertilità rinomate ed esperte hanno tassi di successo simili nella donazione di ovuli. Le percentuali di successo sono più alte rispetto alle cliniche di fecondazione in vitro con poca esperienza.
  • Clinica di fecondazione in vitro con esperienza – è una clinica che esegue almeno alcune centinaia di trattamenti di fecondazione in vitro con ovuli donati all’anno. Lo scenario migliore è quando la clinica esegue almeno 10 programmi al mese per ciascun medico.
  • Il tasso di successo della fecondazione in vitro dipende principalmente dalla qualità degli ovuli donati e dal processo e dai metodi di qualificazione del donatore.
  • Una buona comunicazione, cura del paziente, trattamento personalizzato ti daranno più che buone statistiche che puoi trovare sul sito web della clinica.
  • Fai attenzione ai tassi di successo del trattamento con la donazione di ovuli sui forum di Internet. Queste informazioni sono sempre in bianco e nero, successo o fallimento. Chiedi informazioni sulla qualità del trattamento, sull’esperienza dei medici, sulle cure post-operatorie o sulle opzioni di contatto di emergenza.
  • Il tuo atteggiamento nei confronti del trattamento è la chiave del successo, tieni presente: non puoi curare un dente infetto per telefono. Allo stesso modo non puoi trattare l’infertilità durante una visita o per telefono.

Trova Cliniche per FIV e Donazione di Ovuli all'Estero
Cerchi la "migliore" clinica di FIV all'estero?

Analizziamo le vostre esigenze, il tipo di trattamento, le preferenze di destinazione e troviamo le migliori cliniche FIV per voi.